Who we are

 

Volontà

Dal 1946 al 1996, Volontà si affermò come un laboratorio di analisi innovative e di campagne sociali controcorrente.

Camillo BerneriFrutto dello spessore intellettuale, politico e umano dei due fondatori: Giovanna Caleffi Berneri (vedova di Camillo Berneri [in foto], assassinato a Barcellona nel 1937 dagli stalinisti) e Cesare Zaccaria.

 

La rivista ospitò le firme di scrittori e artisti (Albert Camus, Ignazio Silone, Guido Ceronetti, Lawrence Ferlinghetti, Enrico Baj) accanto ad architetti e urbanisti (Lewis Munford, Carlo Doglio, Giancarlo De Carlo, John Turner), sociologi, filosofi e matematici (Cornelius Castoriadis, Edgar Morin, RenÚ Lourau, Paul Feyerabend, Giulio Giorello, Pietro Toesca, Jean Petitot) insieme a pedagogisti (Alexander S. Neill, Lamberto Borghi, Marcello Bernardi), ecologisti (Murray Bookchin) con polemisti politici e sociali (Luis Mercier Vega, Aldo Capitini, Noam Chomsky, Thomas Szasz, Colin Ward, Giorgio Galli).

Il tutto contrappuntato da saggi dei maggiori teorici dell'anarchismo classico e contemporaneo. Mezzo secolo di idee per la libertÓ, l'eguaglianza e la diversitÓ.

Spagna 1936: gli anarchici, la guerra, la rivoluzione

 

 
 
 
       

.